Non c’è dubbio: viviamo in un mondo impegnativo! Ci viene costantemente richiesto di essere performanti, sul pezzo, attivi, attenti, produttivi …

E in tutto ciò l’attenzione deve fronteggiare più stimoli contemporaneamente, frammentandosi e dividendosi fra di essi: è quello che chiamiamo multitasking. Non so gli uomini, ma da donna e madre ho un’ampia esperienza personale di questo approccio alla realtà.

Gli effetti? Su questo c’è molto da dire. Si impara per forza a parcellizzare l’attenzione, ad arrivare dappertutto, a gestire contemporaneamente numerosi stimoli; l’essere umano ha grandi risorse!

Ma qual è il prezzo di anni vissuti in questo modo? Si corre, ci si trascura, non si ascoltano i propri bisogni. La stanchezza diventa una compagnia quotidiana, la memoria attiva qualche sabotaggio e, nei casi peggiori, anche il corpo alza la voce con sintomi anche importanti

Il counselor sistemico è utile proprio per accompagnarci a comprendere perché quel sintomo e  perché proprio ora. Una ricerca di senso e una ristrutturazione dei significati degli ambiti della nostra vita sono passi essenziali per condurci ad un rinnovato equilibrio personale che abbia con sé anche gli strumenti utili a non ricadere in schemi comportamentali disfunzionali.

Le Persone Altamente Sensibili, in particolare, per la loro peculiare predisposizione ad assorbire ogni stimolo e ad essere altamente empatiche, vengono messe a durissima prova dal multitasking e necessitano di consapevolezza e allenamento per rimanere focalizzate su un obiettivo / stimolo alla volta.

Si può fare, però!

Articolo precedenteNon serve andare lontano per viaggiare.
Articolo successivoIntegratori e farmaci da banco. Risparmiare va bene, ma acquistando in sicurezza.
Angela Isella
Sposata e madre di due figli, mi dedico alla Programmazione Neuro Linguistica ed alla gestione di gruppi di empowerment dal 2007. Approdo al counseling per passione, avendo colto il bisogno delle persone di ascolto vero e profondo. Mi occupo di difficoltà legate ai cambiamenti, alla gestione delle emozioni, al lutto. Ho acquisito significativa esperienza nel trattare fragilità relazionali e personali. L'incontro tra la mia laurea umanistica e il Counseling sistemico è sbocciato nell'attivazione di gruppi di Counseling letterario, che utilizza il libro come strumento per percorsi di conoscenza di sé. Tel. 338 96 53 266 - e-mail: angela.isella@gmail.com